Archivio di 11/2009

Planet 51

Thursday, 19/11/2009

 Planet 51                 

Un film di Jorge Blanco

Scritto da Joe Stillman  (Shrek e Shrek II)

dal 20 Novembre al cinema

Ottima l’animazione. Un pò scontata la storia. Il film piace ai bambini e rilassa gli adulti.02-Planet51_.gif

Planet 51 sembra un Et al contrario dove ritroviamo i classici messaggi di amore, amicizia e altruismo. E sono questi “soliti” messaggi, questa “solita” storia che appassiscono un pò il pubblico adulto. Ma che non stancano (e spero non stancheranno mai!) i bambini. Loro, i più piccoli, amano le cose semplici, i 01-Planet51.gifmessaggi puliti, quelli che parlano di amore per il prossimo, per il diverso, per chi è solo e spaventato. I bambini adorano le storie a lieto fine dove il cattivo diventa buono perchè proprio il buono lo ha salvato. Dove il diverso fatica ad essere accettato ma trova sembre un amico che si schiera al suo fianco.  E non si annoiano a sentire e risentire le “solite” storie. Anzi! E se la storia ricalca quella di Et, per i più piccoli è una assoluta novità visto che tra Et e Planet 51 ci sono 2 generazioni di mezzo. 

Volete sapere se ai bambini il film è piaciuto? La risposta è Sì, il film è piaciuto. Non li ho vistii saltare eccitati sulle poltrone, 20-Planet-51.gifè vero! Ma erano contenti … e ben venga, per loro, qualcosa di “normale” , ben fatto e ben costruito.  

Tutto inizia quando l’astronauta Chuck Baker atterra su Planet 51, un lontano pianeta che la Nasa ritiene disabitato. Chuck si rende però subito conto che questo mondo è invece abitato da piccoli esseri verdi che vivono pacificamente in una società che ricorda molto l’America allegra ed spensierata degli anni Cinquanta e dove l’unica vera paura è quella di essere invasi dagli alieni… come Chuck!  Con l’aiuto del suo compagno robot “Rover” e del suo nuovo amico Lem, un ragazzino alieno di 14 anni, Chuck dovrà scappare da chi gli da la caccia e riappropriarsi della sua navetta spaziale per fare ritorno sulla Terra.


03-Planet51_.gifA corredo del film la De Agostini propone due libri con le immagini piuù belle: Salve, vengo dal pianeta Terra! e Forza Rover, aiutaci tu! Inoltre, un libro puzzle e un libro magnetico. Tutto Planet51, invece, è linedito manuale che raccoglie tutte le curiosità del film attraverso immagini bellissime non solo dei personaggi ma anche dei veicoli, dellle armi, dei luighi con un’accurata descrizione di questo fantastico mondo anni ‘50.

I teenager tra Internet e telefonini: una generazione digitale sempre connessa.Quali rischi, quali opportunità?

Tuesday, 17/11/2009

 

teen.jpg
I teenager tra Internet e telefonini: una generazione digitale sempre connessa.
Quali rischi, quali opportunità?
 
Milano, 19 novembre 2009 – Conservatorio G.Verdi
 
La tecnologia offre oggi ai ragazzi grandi poteri. Computer e telefonini permettono ai giovani di stabilire contatti immediati, conoscere e sapere, viaggiare virtualmente nello spazio e nel tempo, modificare le situazioni a loro piacimento.
 
«Ma senza mai aderire alla realtà, senza entrare in contatto con la vera sofferenza, con la fatica e l’impegno – afferma Maria Rita Parsi presidente della Fondazione Movimento Bambino che interverrà il 19 novembre a Milano al convegno annuale di Somedia-la Repubblica dedicato al mondo dei TEENAGER www.teenager.somedia.it – gli adolescenti affrontano con maggiore difficoltà la vita e le fasi della crescita». «Le illimitate potenzialità della tecnologia, da un lato, e le sempre più limitate possibilità di auto realizzazione nella vita reale dall’altro - prosegue la psicologa e psicoterapeuta - inducono le nuove generazioni a guardare il futuro con sfiducia e a rifugiarsi in realtà virtuali che li fanno sentire attivi, potenti, pari e unici al contempo».
 
Ma quali sono i rischi? Troppo spesso i ragazzi sono catturati dalla costante interattività. Vivono per ore di fronte alla televisione, al computer, in contatto con il telefonino alle prese con l’ultimo gioco virtuale. Un video dopo l’altro, una meta dopo l’altra, un personaggio virtuale dopo l’altro, i ragazzi non hanno più tempo di riflettere, di elaborare pensieri ed emozioni. L’onnipotenza sperimentata nella dimensione virtuale si scontra con l’incapacità di affrontare la vita quotidiana con le sue fatiche e le sue sconfitte.
 
E’ dunque importante salvaguardare la salute psicofisica dei ragazzi pur assicurando il valido contributo che i mezzi di comunicazione di massa e le nuove tecnologie possono dare alla crescita dei nostri figli. Questo attraverso iniziative di educazione all’uso responsabile dei media e delle nuove tecnologie.
 
Con questo obiettivo nasce il progetto di Telecom Italia “Navigare Sicuri”(www.navigaresicuri.org).  «Le nuove generazioni hanno un rapporto privilegiato con la tecnologia e in particolare con Internet a cui dedicano sempre più tempo – racconta Carlo Fornaro, Direttore Relazioni Esterne di Telecom Italia che interverrà al convegno - ma è estremamente importante fornire loro gli strumenti adatti per avvicinarsi al Web senza rischi. È per questo che abbiamo deciso di promuovere Navigare Sicuri, il progetto sviluppato in collaborazione con Save the Children e la Fondazione Movimento Bambino, che si propone di sensibilizzare bambini, adolescenti e genitori ad un uso consapevole della rete, con il linguaggio più adatto a ciascun interlocutore. Attraverso questa iniziativa, che si articola in strumenti ed azioni concrete che coinvolgeranno anche numerose scuole, Telecom Italia vuole contribuire alla crescita di una nuova generazione di internauti più matura».
 
Coordinerà i lavori Giorgio Lonardi, Giornalista La Repubblica. Interverranno tra gli altri relatori anche: Carmen Leccardi, Ordinario di Sociologia della Cultura Università Bicocca Milano - Rosanna Savoldelli, Direttore di Ricerca GFK Eurisko - Marta Levi Assessore alle Politiche Giovanili Comune di Torino - Silvia Gasparollo Business Unit Media Sector TNS - Andrea Di Pace Senior Researcher TNS - Gabriele Ronco Direzione Marketing Privati Intesa Sanpaolo – Corrado Massone Direttore Marketing Personal Systems Group HP Italiana - Maurizio Nasi Communication Strategist Deepblue Aegis Media - Fausto Colombo Direttore OSSCOM Osservatorio sulla Comunicazione Università Cattolica Sacro Cuore Milano - Alex Brunori Direttore Creativo Esecutivo Mrm Worldwide - Anna Zanardi Direttore Scientifico Psychologies Magazine - Giuseppe Minoja Presidente GFK Eurisko - Francesco Togni Direttore di Ricerca GFK Eurisko - Francesco Morace Presidente Future Concept Lab - Rosella Blumetti TRU Account Manager TNS- Roberta Renzoni Consulente Strategico Futurebrand

 

Parte la CLIMA-CAR

Monday, 16/11/2009

SEMAFORO VERDE PER LA “CLIMA-CAR” DEL WWF!
AL VIA IL ROADSHOW PER IL CLIMA CHE RACCOGLIE
“VOTI PER LA TERRA” DA PORTARE A COPENHAGEN
A 20 giorni dal Vertice sul Clima,

stretta finale della mobilitazione globale sul web - www.wwf.it

WWF_dose e presta_VOTA PER LA TERRA2.jpgE’ partita stamattina – con a bordo uno spassosissimo equipaggio composto da Antonello Dose e Marco Presta della trasmissione Radio Rai “Il Ruggito del Coniglio” – la ‘clima-car’ del WWF, l’auto elettrica che da oggi fino al 18 dicembre girerà per le vie, le piazze, i mercati, le sedi istituzionali e giornalistiche di tutta Roma in un serrato roadshow per il clima in vista della fatidica Conferenza di Copenaghen ormai alle porte.
La ‘clima-car’, munita di webcam e computer, porterà sul tetto il countdown con i giorni che mancano al Summit, mentre all’interno è una vera e propria urna virtuale in cui tutti i cittadini potranno registrare il proprio “Voto per la Terra” e un video-messaggio, facendo sentire la massima pressione possibile sui leader del pianeta affinché a Copenhagen raggiungano un accordo sul clima equo, ambizioso, efficace e vincolante. I voti raccolti nella capitale si aggiungeranno a quelli di milioni di cittadini che da tutto il mondo stanno votando in una mobilitazione web senza precedenti (in Italia su www.wwf.it), e verranno prima visualizzati online su una speciale mappa di Google aggiornata di continuo, e poi, il 16 dicembre, saranno portati direttamente a Copenhagen e mostrati su un grande mappamondo luminoso collocato davanti alla sede del vertice dove saranno riuniti i Capi di Stato.
Stamattina il viaggio inaugurale della ‘clima-car’ ha portato gli irrefrenabili eco-“Conigli” Dose e Presta dalla sede Rai di Via Asiago fino al Teatro Roma, dove hanno fatto irruzione, tra centinaia di studenti, alla proiezione del film-docu sul cambiamento climatico “The Age of Stupid”, organizzata dal WWF e dal IX Municipio di Roma per le scuole della capitale. Al termine dell’evento – a cui hanno partecipato anche Susi Fantino, presidente del IX Municipio di Roma, Antonello Pasini, ricercatore del CNR (Institute of Atmospheric Pollution Research), Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia, Vanessa Ranieri, presidente del WWF Lazioi “Conigli” hanno consegnato lo striscione “Ogni voto per la Terra è un voto per te” ai ragazzi, che hanno poi registrato attraverso la webcam della ‘clima-car’ i propri video-messaggi per i leader del pianeta.
 

 “Nel momento culminante di questo fatidico ‘Anno del Clima’, la nostra campagna chiede l’aiuto delle persone, partendo dai ragazzi che rischiano di vedere gli effetti più tragici del riscaldamento globale – ha dichiarato Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia – Abbiamo creato un canale che consente a tutti di manifestare ai governanti la volontà degli elettori presenti e futuri perché a dicembre, a Copenaghen, sia raggiunto un accordo davvero capace di fermare i cambiamenti climatici. La voce dell’opinione pubblica è essenziale per impedire che i politici pensino soltanto all’oggi, al giorno per giorno: oggi il mondo ha disperatamente bisogno di veri leader, capaci di preservare e dare un senso al futuro, di trasformare la più grande sfida mai affrontata dalla civiltà umana in una opportunità, quella della terza rivoluzione industriale, quella della sostenibilità”.
 

La “clima-car” WWF, prodotta dall’azienda italiana Micro-Vett, leader del settore e fornitore ufficiale di veicoli elettrici per il Comune di Copenaghen, rappresenta anche un’importante occasione per sensibilizzare il grande pubblico sull’impatto del settore trasporti, responsabile di oltre il 28% delle emissioni di gas serra in Italia e del 23% delle emissioni globali, oltre che sulla necessità di ridurre la propria impronta di carbonio preferendo stili di vita e modelli di consumo sostenibili. Il WWF Italia ritiene infatti che l’efficienza energetica dei mezzi elettrici sia nettamente superiore a quella dei motori a scoppio, e indica come via da perseguire un incremento dell’utilizzo di auto elettriche alimentate da un mix energetico che privilegi sempre più le fonti rinnovabili, le cui emissioni sono prossime allo zero, a scapito delle fonti fossili, carbone in primis, assolutamente da evitare per l’elevatissimo impatto ambientale.
 

   La campagna “Un voto per la Terra – Vote Earth” rappresenta il momento cruciale delle iniziative organizzate per l’Anno del Clima dalla campagna Generazione Clima del WWF, a chiusura di un intero anno di azioni di sensibilizzazione, mobilitazione, relazioni con le imprese e pressing sulle istituzioni, con l’obiettivo di avviare un nuovo futuro nel segno della sostenibilità e vincere la sfida dei cambiamenti climatici.

E PUR SI MUOVE - QUELLO CHE HA VISTO GALILEO

Thursday, 12/11/2009

TEATRO ELISEO
Dal 15 novembre al 20 dicembre 2009
 

PICCOLO ELISEO PATRONI GRIFFI
dal 26 dicembre al 10 gennaio
 

Eliseo ragazzi


E PUR SI MUOVE - QUELLO CHE HA VISTO GALILEO
con Cristina Capodicasa, Gennaro Di Colandrea,
Gerardo Fiorenzano, Gigi Palla, Gabriella Praticò
scritto e diretto da Gigi Palla
scene e costumi Santuzza Calì
musiche Davide Caprelli
produzione Teatro Eliseo


Nel 1609 Galileo Galilei alzava per la prima volta al cielo il suo cannocchiale.
Oggi a distanza di 400 anni dalle scoperte galileiane si celebra, in tutto il mondo, l’anno dell’astronomia.
Dal 15 novembre il Teatro Eliseo di Roma festeggia l’avvenimento con un nuovo spettacolo dedicato ai più piccoli: E pur si muove, quello che ha visto Galileo, scritto e diretto da Gigi Palla con i costumi di Santuzza Calì
Ancora una volta il Teatro Eliseo, nell’ambito della sua ultradecennale attività destinata ai ragazzi, si propone di coniugare l’esperienza ludica con quella didattica anche avvalendosi della collaborazione con  Palazzo delle Esposizioni dove, fino al 14 febbraio, sarà presente la mostra Astri e Particelle, realizzata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Agenzia Spaziale Italiana. Esibendo il biglietto dello spettacolo il pubblico  avrà  infatti modo di usufruire di una riduzione per la mostra.
Quello che ha visto Galileo ha cambiato la storia dell’astronomia e, grazie al contributo offerto dall’Osservatorio astronomico di Firenze che ha fornito le immagini, oggi anche il grande pubblico può assistere alle osservazioni astronomiche che Galileo fece con il suo originale telescopio. A raccontare le straordinarie esperienze del grande scienziato sarà il suo buffo e sciocco servitore, Arlechin Batocio, unico testimone ed eroe involontario di un’avventura che lo vede coinvolto come latore delle misteriose e segrete lettere che Galieo mandava al suo amico Keplero rivelandogli le sue scoperte.
Lo spettacolo, portato in scena  dalla collaudatissima compagnia del Teatro Eliseo e accompagnato dalle musiche del maestro Caprelli, si avvale per la prima volta del contributo di materiale multimediale con la proiezione dei filmati d’animazione della società D’emblèe Film s.r.l..

Lo spettacolo è rivolto ad un pubblico di età compresa tra i 4 e i 12 anni.

—————————————————————————————————————————————————————————–

Molti sanno che in una fredda notte di novembre del 1609, nella sua terrazza di Padova, primo nella storia, Galileo Galilei puntò il suo telescopio, da lui stesso realizzato, verso il cielo e vide la Luna come mai nessuno prima aveva avuto la possibilità di vederla.
Le sue osservazioni proseguirono negli anni rivelandoci molti fatti del cosmo ancora sconosciuti come per esempio l’esistenza dei satelliti di Giove, o le fasi di Venere, oppure l’effettiva conformazione delle costellazioni, contribuendo a dare un colpo decisivo alla vecchia teoria di Tolomeo che poneva la Terra al centro dell’Universo e tutti i corpi celesti intorno a lei ruotanti.
Ciò che è meno noto è il fatto che a servirlo in casa durante quel lungo soggiorno padovano c’era un “certo” Arlecchino Batocio, orbo de na recia e sordo de un ocio, il quale divenne inconsapevole testimone di tante sensazionali scoperte che la celebre maschera avrà il compito di riferire segretamente ai fidati amici dello scienziato prima che lo stesso non le divulghi pubblicamente con il suo Sidereus Nuncius.
E’ evidente da questa breve sintesi che il nostro spettacolo intende mescolare gustosamente realtà e finzione, storia e fantasia, scienza e teatro, in un susseguirsi di situazioni sempre in bilico tra ricostruzione storica e deformazione comica che, siamo certi, coinvolgeranno, appassioneranno e susciteranno la curiosità e l’interesse dei nostri giovani spettatori.
E se certamente l’aver inserito nella trama Arlecchino, ovvero la maschera per antonomasia, il personaggio che da sé è sinonimo di teatro, comicità e commedia rappresenta una garanzia per quanto concerne la dimensione ludica dello spettacolo, lo spazio riservato alle immagini e alle animazioni come strumento didattico integrato nella drammaturgia conferma l’intento anche formativo dello spettacolo.
Il tutto in un’atmosfera che avrà la magia del cosmo, il suo mistero, il suo ambiente quasi onirico nella quale, a felice contrappunto, si svilupperanno i mille lazzi, le mille divertenti situazioni animate da Arlecchino, da Galileo e dai tanti diversi personaggi che compariranno in questa storia.
Gigi Palla
 —————————————————————————————————————————————————————————–

TEATRO ELISEO (dal 15 novembre al 20 dicembre 2009)
 Via Nazionale, 183 −  00184 Roma
 tel. botteghino: 06 4882114 | 06 48872222
 info@teatroeliseo.it     www.teatroeliseo.it    
ORARIO SPETTACOLI:
Dal lunedì al venerdì alle ore 10.30
la domenica ore 11.00
PICCOLO ELISEO PATRONI GRIFFI (dal 26 dicembre al 10 gennaio)
ore 17.00
COSTO DEI BIGLIETTI:
Posto unico 8 € bambini, adulti 10 €

L’Europa siamo noi!

Thursday, 5/11/2009

POLYMNIA

presenta 

MITO D’EUROPA, i capolavori più celebri ripercorreranno la storia di una principessa rapita e di un continente

Per i ragazzi dagli 8 ai 10 anni

Domenica 15 Novembre alle ore 16,30

Hotel Fenix viale Gorizia 5, 00198 Roma

L’ingresso a pagamento è comprensivo di piccolo buffet e per chi desidera laboratorio finale
 
Ingresso adulti : 15 €
Bambini 7 €
 
Info e prenotazioni  
 tel 06-85354348 info@polymnia.roma.it

 
Archivi - 11/2017, 10/2017, 09/2017, 06/2017, 01/2017, 11/2016, 08/2016, 06/2016, 05/2016, 03/2016, 02/2016, 01/2016, 12/2015, 11/2015, 10/2015, 08/2015, 06/2015, 05/2015, 04/2015, 03/2015, 02/2015, 01/2015, 12/2014, 11/2014, 10/2014, 09/2014, 07/2014, 06/2014, 05/2014, 04/2014, 03/2014, 02/2014, 01/2014, 12/2013, 11/2013, 10/2013, 08/2013, 06/2013, 05/2013, 04/2013, 03/2013, 02/2013, 01/2013, 12/2012, 11/2012, 09/2012, 08/2012, 07/2012, 06/2012, 05/2012, 04/2012, 03/2012, 02/2012, 01/2012, 12/2011, 11/2011, 10/2011, 09/2011, 08/2011, 05/2011, 04/2011, 03/2011, 02/2011, 01/2011, 12/2010, 11/2010, 10/2010, 09/2010, 08/2010, 07/2010, 06/2010, 05/2010, 04/2010, 03/2010, 02/2010, 01/2010, 12/2009, 11/2009, 10/2009, 09/2009, 08/2009, 07/2009, 06/2009, 05/2009, 04/2009, 03/2009, 02/2009, 01/2009, 12/2008, 11/2008, 10/2008, 09/2008, 08/2008, 07/2008, 06/2008, 05/2008, 04/2008, 03/2008, 02/2008, 01/2008, 12/2007, 11/2007, 10/2007, 09/2007, 08/2007, 07/2007, 06/2007, 05/2007, 04/2007, 03/2007, 02/2007, 01/2007, 12/2006, 11/2006, 10/2006, 09/2006, 08/2006, 07/2006, 06/2006, 05/2006, 04/2006, 03/2006, 02/2006, 10/1999, 09/1999, 04/1999, 03/1999, 12/1998, 11/1998, 10/1998, 07/1998, 01/1998, 11/1993, 12/1992,
Aut.246/98 del 1/6/98 del Tribunale Civile di Roma - Marchio registrato

Direttore responsabile: Sara Musa


Giacomino Blog powered by Coded and Designed by