Archivio di 1/2008

WWF: CACCIA ALLE REGOLE

Thursday, 31/1/2008

Chiude oggi la stagione venatoria con i soliti bilanci che lasciano l’amaro in bocca a tutti i principali attori del mondo della caccia:  agricoltori, ambientalisti e cacciatori stessi. Tutti concordi nel ritenere che l’Italia non ha bisogno di ulteriori disposizioni per arginare le conseguenze negative della caccia, ma semplicemente di un sano recupero della legalità.

Seppure in vigore da 16 anni, infatti, la Legge Nazionale Unica sulla Tutela della Fauna non ha mai trovato una corretta applicazione, soprattutto per la scarsa propensione delle Regioni al rispetto delle norme.  La stagione di caccia viene di solito aperta in anticipo dalle Regioni, e spesso senza l’obbligatorio parere dell’INFS – Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica – violando le leggi di tutela, con gravissimi problemi di sopravvivenza per gli animali. Nonostante le diverse procedure d’infrazione aperte dall’Unione
Europea a carico dell’Italia, le Regioni continuano ad aprire la caccia a specie protette di piccoli uccelli, contro i criteri UE, e senza aver mai effettuato un sistematico censimento delle specie coinvolte.
Il fenomeno del bracconaggio, inoltre, praticato anche nei parchi, ha causato nell’ultima stagione venatoria il ricovero di circa 1.500 animali nei soli CRAS WWF di Cremona e di Semproniano (GR), evidenziando un’ emergenza nel nostro Paese che non trova al momento soluzioni definitive, sia per l’evidente difficoltà di sorvegliare su tutto il territorio con risorse esigue, sia per la limitata sensibilità di chi non comprende il danno incalcolabile a carico del nostro patrimonio naturalistico. Il bracconaggio potrebbe portare al declino di alcune specie super protette
come il lupo, l’orso, l’aquila, e migliaia di esemplari di specie di uccelli protetti, catturati ed uccisi anche con strumenti illegali come le reti, in onore alla tradizionale pratica dell’uccellagione ancora esistente in alcune Regioni italiane.
“La caccia non è soltanto una questione di rispetto delle regole, ma anche politica – sottolinea Michele Candotti, Direttore Generale WWF Italia - perché gli amministratori locali, e perfino statali, hanno spesso privilegiato l’ascolto delle istanze dei cacciatori per ottenere l’ approvazione di leggi o regolamenti regionali, o provinciali, in deroga alle norme comunitarie e nazionali, con l’alibi del rispetto delle tradizioni venatorie locali.?
I PALLINI DI PIOMBO CHE AVVELENANO L’UOMO E L’AMBIENTE

Le oltre 25.000 tonnellate di pallini di piombo, che ad ogni stagione venatoria vengono sparati e lasciati sul terreno o negli stagni e nelle paludi, provocano un pesantissimo inquinamento. Il piombo, infatti, finisce nella catena alimentare umana tramite gli uccelli e i pesci che lo accumulano nell’organismo.
Per cercare di arginare i gravi problemi causati dal piombo durante la caccia nelle aree umide, è stato approvato e recepito in Italia con la Legge 6 febbraio 2006 n. 66, il Trattato sulla conservazione degli uccelli migratori afroasiatici (Agreement on the Conservation of African-Eurasian Migratory Waterbirds - AEWA - 1996), un trattato indipendente internazionale nato sotto l’auspicio ell’UNEP.
Tra le misure individuate da questo Accordo, che trova attuazione attraverso il Decreto Ministeriale del 17 ottobre 2007, la più importante è senza dubbio quella che prevede il divieto di utilizzo di munizionamento a pallini di piombo all’interno delle zone umide.
Le Regioni e le Province autonome, dovranno provvedere  dunque, nei modi e nei termini  stabiliti nel DM stesso, ad adeguare la loro normativa per rendere finalmente operativo tale divieto.

I NUMERI DELLA CACCIA IN ITALIA

In Italia ci sono 800.000 cacciatori
Ognuno spara in media 100 cartucce all’anno
Ogni cartuccia contiene 30 grammi di piombo
Sul territorio italiano (acque, terreni, catena alimentare…) ogni anno arrivano 24 tonnellate di piombo che possono avvelenare qualunque specie di animali, in particolare acquatici.

 

PRINCIPALI NORMATIVE DI TUTELA DELLA FAUNA LA CUI ATTUAZIONE HA EFFETTI DIRETTI SULLA GESTIONE DELL’ATTIVITÀ VENATORIA
 

Legge quadro sulla protezione della Fauna Selvatica e l’Attività venatoria (1992)

Direttiva Uccelli e convenzioni internazionali (1979)

Direttiva Habitat (1992)

Decreto Ministeriale 17 ottobre 2007 sulla gestione delle ZPS, Zone di Protezione Speciale

I NUMERI DEL BRACCONAGGIO E DEGLI INCIDENTI DI CACCIA
 

10.000 animali nei CRAS WWF negli ultimi 10 anni

800 animali appartenenti a 65 specie diverse curati nel solo CRAS WWF di Semproniano – Centri Recupero Animali Selvatici nella stagione 2007/2008, tra cui:

4 falchi pecchiaiolo
3 falchi pellegrini
5 bianconi
30 poiane
20 istrici
35 allocchi e gheppi
 

686 animali arrivati nel CRAS di Cremona quest’anno (tra cui 155 rapaci diurni, 127 rapaci notturni e 50 aironi)

Rilevanza hanno anche le morti accertate in questa stagione che ha segnato il record degli ultimi anni con 64 persone decedute per incidenti di caccia, tra cui ben 6 colpite da infarto, ovvero cadute in dirupi o, come nel caso del giovane 14enne ucciso da un compagno.

 

 

Numero Verde per le adozioni internazionali

Tuesday, 29/1/2008

Da oggi,  29 gennaio 2008, è attivo il numero verde 800.002.393, “Linea CAI - uno spazio per la Comunicazione, l’Ascolto e l’Informazione”?. Il servizio è rivolto alle coppie che aspirano all’adozione, alle famiglie adottive, agli operatori dei Servizi territoriali e dei Tribunali per i Minorenni, a tutti cittadini interessati a diverso titolo alle tematiche dell’adozione internazionale (rapporti con i Paesi, enti autorizzati, fasi dell’adozione, agevolazioni fiscali, congedi parentali, bonus alle famiglie, rimborsi spese ecc.) .

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00. In alternativa è possibile inviare un messaggio all’indirizzo di posta elettronica LINEACAI@palazzochigi.it, oppure al numero di fax 06-67.79.21.67.

È prevista la possibilità di essere ricontattati, nonché di un eventuale colloquio in sede

 

Le adozioni di bambini stranieri in Italia nel corso del 2007 sono state 3.420.

“È un risultato molto positivo - ha commentato il Presidente della CAI e Ministro delle Politiche per la famiglia, Rosy Bindi - soprattutto perché molti dei Paesi da cui in passato erano arrivati più bambini hanno invece registrato delle flessioni, se non addirittura delle chiusure. Penso alle difficoltà che si stanno verificando nei paesi dell’Est e al capitolo Bielorussia. Ma questo risultato ci dice anche – ha aggiunto il Ministro Bindi - che il nostro sistema di adozioni internazionali è affidabile, ed è  merito dello sforzo congiunto che si è fatto per esplorare Paesi nuovi e per risolvere le criticità man mano che si presentavano?.

 Nel suo intervento il Ministro ha sottolineato le risorse impegnate: 16 milioni e 500mila euro stanziati a fine 2007 per rimborsare - con un bonus di 1200 euro - le spese sostenute in Italia da circa 14.000.000 coppie, e 30 milioni di euro destinati a questo settore per il 2008.

Ai rappresentati dei 73 enti presenti all’incontro il Ministro ha chiesto uno impegno di collaborazione per garantire maggiore efficienza e qualità, anche attraverso forme di coordinamento che consenta di ridurre il numero dei soggetti senza perdere il patrimonio di esperienze e di specificità che oggi li caratterizza.

Massimiliano Tappari: “Spunto di vista” alla Casina di Raffaello

Friday, 25/1/2008

Una mostra per bambini. Non solo. Una mostra dove in mostra ci sono i visitatori e non le opere.

Un luogo magico dove gli oggetti che ci accompagnano nella vita di tutti i giorni fanno nascere storie. Il gioco? Scovarle. Raccontarle.

‘’Spunto di vista'’, mostra fotografica di Massimiliano Tappari alla Casina di Raffaello dal 16 gennaio al 9 marzo è un viaggio fantastico, per piccoli e grandi, alla ricerca della fantastica emozione che ci regale l’OSSERVAZIONE.

 

.Alla mostra - dal 16 gennaio al 9 marzo 2008 - si accompagnata il nuovo libro di Massimiliano Tappari, ‘’Oooh!'’.

 

La grande novità della Casina di Raffaello - ludoteca comunale all’interno di Villa Borghese,   dedicata ai bambini dai 3 ai 10 anni -  e’ il laboratorio teatrale che, dal 14 gennaio a fine maggio, inviterà i bambini a giocare con il teatro, un modo divertente per sviluppare la fantasia e, allo stesso tempo, confrontarsi con gli altri.

 

.

Visite dai 4 anni in su

Orari: 9.30, 10.30, 11.30, 15.00, 16.00, 17.00, 18.00. Per gli adulti 12.15 e 18.15 (dal martedì alla domenica)

Attività a pagamento: € 3 a bambino
Max 25 bambini

Prenotazione obbligatoria allo 060608 dalle 9.00 alle 22.30

Domenica prossima biglietti ridotti al Bioparco

Tuesday, 22/1/2008

Domenica 27 gennaio chi arriva al Bioparco in bici o con i mezzi pubblici paga la metà

Domenica 27 gennaio 2008, in occasione del blocco totale della circolazione, tutte le persone che arriveranno al Bioparco con i mezzi di trasporto pubblici o con biciclette, pattini, monopattini, etc. avranno diritto ad uno sconto del 50% sul biglietto di ingresso.

Chi utilizzerà i mezzi pubblici dovrà esibire alle casse del Bioparco (Piazzale del Giardino Zoologico – Largo V. Gassman) il biglietto timbrato in data 27 gennaio, mentre i ciclisti avranno a disposizione un parcheggio custodito gratuito.

ORARIO DEL BIOPARCO

9.30 – 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00)

Per informazioni: 06.3608211 – www.bioparco.it

Mr Magorium e la Bottega delle Meraviglie

Tuesday, 22/1/2008

Mr Magorium e la Bottega delle Meraviglie

un film di Zach Helm

con Dustin Hoffman, Natalie Portman, Jason Bateman

dal 25 Gennaio nei cinema

mr_magoriums_wonder_emporium2.jpg

 

Burattini che prendono vita, superpalle che rimbalzano da sole, animaletti di peluche che abbracciano i bambini.. La Bottega delle Meraviglie del 243enne Mr Magorium non è un semplice negozio di giocattoli, è un luogo magico dove l’impossibile diventa reale! Ma quando l’ anziano proprietario decide di affidare la Bottega alla sua assistente Mohoney, i giocattoli si arrabbiano e perdono tutta la loro magia. Per  fortuna il piccolo Eric, un cliente affezionato, ha un piano per aiutare la ragazza a riportare il negozio al suo antico splendore

In vista dell’uscita ormai prossima, dal 25 gennaio nelle sale, Mr.Magorium e la bottega delle meraviglie ha indetto un concorso con le scuole elementari di tutta Italia,  con il sostegno di Unicef e di Agiscuola.

L’operazione, che verrà effettuata da Moviemax con circa 800 scuole elementari di tutta Italia, si chiama Un giocattolo per mille Sorrisi, e richiederà ad ogni classe di inventare il proprio giocattolo delle meraviglie, che non potr essere elettronico,  ispirandosi ovviamente ai giocattoli della Bottega di Mr. Magorium.

Tanti saranno i premi finali per le classi vincitrici, ma se volete sapere tutto il regolamento, per filo e per segno, andate sul sito http://www.bradek.it/moviemax/magorium/

60° Anniversario della Costituzione Italiana

Tuesday, 22/1/2008

Nell’anno 2008 ricorre il 60° anniversario della Costituzione italiana, la Legge fondamentale della Repubblica italiana, che - approvata il 22 dicembre 1947 dall’Assemblea Costituente, eletta contestualmente al referendum sulla forma istituzionale dello Stato fra repubblica e monarchia del 2 giugno 1946 -, entrò in vigore l’1 gennaio 1948, essendo stata promulgata dal Capo provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, il 27 dicembre 1947, e pubblicata lo stesso giorno nella Gazzetta Ufficiale n. 298 (ed. straordinaria). 

Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, insieme con il ministro per le Riforme, Vannino Chiti, e il ministro delle Pari opportunità, Barbara Pollastrini, già il 25 ottobre 2007 presentò le iniziative del governo per celebrare il 60° anniversario della Costituzione, dichiarando che «i principi fondamentali della Costituzione sono ancora validi», e che si tratta di un testo (risultato di «un compromesso serio e approfondito tra i diversi partiti») che si presenta ancora oggi «chiaro e moderno, che va direttamente al cuore dei problemi».

Da qui l’avvio di una serie di iniziative volte a celebrarla: concorsi fra studenti, manifesti, spot radiofonici, televisivi e cinematografici ecc.

Il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, ha trasmesso ai Prefetti una lettera con la quale il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, comunica che «la decisione del Governo di dare un forte risalto al 60° anniversario della firma della Costituzione non nasce da un puro ossequio formale verso la nostra Legge fondamentale, ma è frutto di una consapevole volontà di cogliere questa importante occasione per richiamare l’attenzione pubblica sulla perdurante attualità e fecondità dei valori fondamentali che la ispirano e che sono espressi, ancora oggi, dalle disposizioni di questo testo, basilare per la costruzione e lo sviluppo della nostra società».

Questo anniversario, come ha affermato nel suo messaggio di fine anno il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, deve essere un’ occasione «per rivederne alcune regole relative all’ordinamento della Repubblica», ma che, nello stesso tempo, «dobbiamo risolutamente ancorarci ai suoi princìpi, anche e non da ultimo ai suoi valori morali, e in special modo a quei suoi indirizzi che non vediamo abbastanza perseguiti e tradotti in atto».  

Adozione libri di testo per l’anno scolastico 2008/2009

Tuesday, 22/1/2008

L’adozione dei libri di testo rappresenta espressione dell’autonomia didattica delle istituzioni scolastiche e rientra tra i compiti attribuiti al collegio dei docenti e ai consigli di classe/interclasse.

Considerato, però, che la problematica relativa ai libri di testo ha assunto negli ultimi anni una particolare rilevanza per l’incidenza che esercita in ambito sociale e i riflessi che ha sul diritto allo studio, il ministero della Pubblica Istruzione ha ritenuto opportuno emanare due distinti decreti per l’anno scolastico 2008/2009 in cui viene fissato anche il tetto massimo di spesa.

Il ministero auspica che il provvedimento formale di adozione dei libri di testo, deliberato dal collegio dei docenti, debba essere adeguatamente motivato sulle scelte effettuate, soprattutto per rendere edotte le famiglie, su cui grava, ad eccezione della scuola primaria, l’onere finanziario dell’acquisto dei testi scolastici.

Inoltre, tenuto conto che il complesso dei prodotti editoriali risulta sempre più arricchito, il ministero ritiene opportuno che nella fase preliminare delle adozioni, vengano previste modalità specifiche di valutazione dei contenuti dei testi, attraverso momenti collegiali di confronto, esame e valutazione, che vedano il coinvolgimento di genitori e, nella scuola secondaria superiore, anche di studenti.

Con i decreti ministeriali sono fissati i prezzi di copertina dei libri di testo della scuola primaria e i tetti di spesa della scuola secondaria di primo grado, entro cui i docenti devono effettuare la scelta dell’intera dotazione libraria.

E’ in corso di definizione anche un apposito decreto ministeriale dove viene stabilito, a decorrere dall’anno scolastico 2008-2009, il prezzo massimo complessivo della dotazione libraria per l’intero ciclo di studi la scuola secondaria superiore.

Fonte: ministero Pubblica Istruzione

 

Molti uccelli europei rischiano l’estinzione a causa dei cambiamenti climatic

Monday, 21/1/2008

A causa dei cambiamenti climatici, tre quarti degli uccelli europei rischiano l’estinzione. E’ quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori dell’Università inglese di Durham, che hanno monitorato lo status di conservazione dell’avifauna selvatica. L’Enpa, alla luce di questi nuovi dati, è estremamente preoccupata.
Con l’aumento delle temperature in tutto il pianete, infatti, è pregiudicata l’esistenza di preziosissimi habitat come, ad esempio, le zone umide, che nel corso della storia hanno subito bonifiche ed interventi e ora, a causa del riscaldamento, rischiano di essere trasformati. Con loro scomparirà non solo l’avifauna rara, ma un patrimonio enorme di biodiversità: rettili, anfibi, mammiferi e la flora che non avranno più gli habitat necessari alla loro sopravvivenza.
Anche l’uomo contribuisce al peggioramento della situazione: con le sue attività l’essere umano modifica e distrugge ambienti ed ecosistemi ed esercita attività – spesso illegali – ad alto impatto ambientale. Tra le attività illegali esercitate dall’uomo c’è il bracconaggio, che contribuisce ad uccidere ogni anno centinaia di migliaia di animali selvatici protetti.
“L’Italia sta muovendo i primi passi per una politica più attenta nei confronti della tutela della natura, ma ancora siamo lontani da una presa di coscienza di quello che sta avvenendo nel mondo? commenta Andrea Brutti, responsabile dell’Ufficio Fauna selvatica dell’Enpa. “I cambiamenti climatici e la conseguente perdita di biodiversità, avranno gravissime ripercussioni anche sull’uomo, che continua ancora a vedere questo problema come una questione legata alla sopravvivenza di altre specie e non come un grave e irreparabile danno anche verso se stesso. E’ necessaria una vera rivoluzione culturale, che deve essere promossa anzitutto dalla politica?.
La Protezione Animali sollecita tutti i governi e in primis quello italiano, a compiere azioni concrete per la conservazione degli habitat, della fauna e della flora, con politiche più coraggiose per la limitazione delle emissioni dei gas serra, ma anche per eliminare le attività ludico-ricreative fortemente impattanti su specie animali e vegetali. “A questo proposito? – prosegue Andrea Brutti – “ricordiamo l’appuntamento del count down sulla biodiversità, dove il nostro Paese, assieme a moltissimi altri, si è impegnato per arrestare il declino di specie animali e vegetali. Un appuntamento che non ci può cogliere impreparati?.

Maturità 2008, scelte le materie per la seconda prova scritta

Monday, 21/1/2008

Greco al Liceo classico; matematica al Liceo scientifico; lingua straniera al Liceo linguistico; pedagogia al Liceo pedagogico; elementi di architettura al Liceo artistico: sono queste alcune delle materie scelte per la seconda prova scritta degli esami di Stato 2008 e contenute nel decreto firmato dal ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni, che individua, tra l’altro, anche le materie assegnate ai membri esterni.

Le prove scritte dell’esame di maturità dell’anno scolastico 2007/2008 si terranno il 18 giugno (prima prova) e 19 giugno (seconda prova).

In particolare per la seconda prova scritta sono state selezionate,
per i licei:
liceo classico, greco;
liceo scientifico, matematica;
liceo linguistico, lingua straniera;
liceo pedagogico, pedagogia;
liceo artistico, elementi di architettura.

Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando anche i laboratori dell’istituto.

Le materie proposte sono:
per l’indirizzo ragionieri, economia aziendale;
per l’indirizzo geometri, costruzioni;
nei tecnici per programmatori e in quelli per periti aziendali, ragioneria, Tecnica professionale, amministrativa, organizzativa, operativa;
nei tecnici industriali, elettronica e telecomunicazioni, meccanica, tecnologie chimiche.
In questi ultimi istituti, come in quelli professionali, prevalgono sia le materie tecnologico-laboratoriali (meccanica, elettronica, elettrotecnica, telecomunicazioni e impiantistica di varia natura), sia le materie scientifico-tecnologiche (chimica, biologia, microbiologia, fisica applicata).

Per il settore artistico (licei e istituti d’arte) la materia di seconda prova conserva il suo carattere progettuale e laboratoriale (architettura, ceramica, mosaico, marmo, oreficeria ecc.) e si svolge in tre giorni.

Materie affidate ai membri esterni
Il decreto individua, inoltre, le materie affidate ai membri esterni, ai quali sono stati assegnati per tutti gli indirizzi di studio l’italiano, disciplina oggetto della prima prova scritta e la matematica, ad eccezione del Liceo scientifico a cui sono state affidate l’italiano e le scienze, perché la matematica è già la materia della seconda prova scritta.

Per quanto riguarda la terza materia, essa è stata individuata tra quelle che più caratterizzano l’indirizzo di studi, per numero di ore di lezione e per contenuti trattati, ad esempio: scienze nei licei e in numerose sperimentazioni a carattere pedagogico e linguistico, topografia nel settore architettonico-costruttivo, informatica ed elettronica in molti indirizzi degli istituti tecnici e professionali, inglese in indirizzi come gli aeronautici e i nautici nei quali viene richiesta una conoscenza approfondita della lingua di settore.

La scelta delle materie affidate ai membri esterni, ispirata alla esigenza di restituire serietà e dignità all’esame di Stato anche attraverso una presenza incisiva della componente esterna della Commissione, ha seguito quest’anno il criterio della rotazione delle discipline, per mettere tutti i docenti in condizione di poter esercitare la funzione di commissario esterno e di consentire a tutti di acquisire utili esperienze di natura didattico-metodologica attraverso il confronto con altre e diverse impostazioni.

Consigli di classe
Ai Consigli di classe spetterà il compito di designare, quali membri interni, tre docenti della classe tra cui, obbligatoriamente, il docente della materia scelta quale oggetto di 2ª prova.
Questi criteri sono stati seguiti sia per i corsi di studio di ordinamento che per quelli sperimentali.

“Pronto mamma” 899-500043

Monday, 21/1/2008

‘Pronto mamma’ è’ una linea telefonica  dedicata a tutti quei problemi legati alla mascita di un bambino: dalla procreazione alla salute del neonato. Al numero’ 899-500043 risponde il personale specializzato di Villa Donatello e del centro Florence: dall’emergenza alle piccole e grandi curiosità . Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00

 
Archivi - 11/2017, 10/2017, 09/2017, 06/2017, 01/2017, 11/2016, 08/2016, 06/2016, 05/2016, 03/2016, 02/2016, 01/2016, 12/2015, 11/2015, 10/2015, 08/2015, 06/2015, 05/2015, 04/2015, 03/2015, 02/2015, 01/2015, 12/2014, 11/2014, 10/2014, 09/2014, 07/2014, 06/2014, 05/2014, 04/2014, 03/2014, 02/2014, 01/2014, 12/2013, 11/2013, 10/2013, 08/2013, 06/2013, 05/2013, 04/2013, 03/2013, 02/2013, 01/2013, 12/2012, 11/2012, 09/2012, 08/2012, 07/2012, 06/2012, 05/2012, 04/2012, 03/2012, 02/2012, 01/2012, 12/2011, 11/2011, 10/2011, 09/2011, 08/2011, 05/2011, 04/2011, 03/2011, 02/2011, 01/2011, 12/2010, 11/2010, 10/2010, 09/2010, 08/2010, 07/2010, 06/2010, 05/2010, 04/2010, 03/2010, 02/2010, 01/2010, 12/2009, 11/2009, 10/2009, 09/2009, 08/2009, 07/2009, 06/2009, 05/2009, 04/2009, 03/2009, 02/2009, 01/2009, 12/2008, 11/2008, 10/2008, 09/2008, 08/2008, 07/2008, 06/2008, 05/2008, 04/2008, 03/2008, 02/2008, 01/2008, 12/2007, 11/2007, 10/2007, 09/2007, 08/2007, 07/2007, 06/2007, 05/2007, 04/2007, 03/2007, 02/2007, 01/2007, 12/2006, 11/2006, 10/2006, 09/2006, 08/2006, 07/2006, 06/2006, 05/2006, 04/2006, 03/2006, 02/2006, 10/1999, 09/1999, 04/1999, 03/1999, 12/1998, 11/1998, 10/1998, 07/1998, 01/1998, 11/1993, 12/1992,
Aut.246/98 del 1/6/98 del Tribunale Civile di Roma - Marchio registrato

Direttore responsabile: Sara Musa


Giacomino Blog powered by Coded and Designed by