Archivio di 8/2006

25 Novembre: giornata nazionale della sicurezza nelle scuole

Tuesday, 29/8/2006

Eventi, prove di evacuazione, distribuzione di materiale informativo e giochi didattici : questo e molto altro ci sarà nel corso della IV giornata della sicurezza nelle scuole. La giornata – che fa parte della campagna Impararesicuri promossa da Cittadinanzattiva in collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile, sotto l’Alto patronato della presidenza della Repubblica e con il patrocinio del ministero della Pubblica istruzione è nata nel 2002 con lo scopo di contribuire alla messa in sicurezza degli edifici scolastici.
Puoi richiedere l’iscrizione (entro il 30 settembre) e registrare la tua scuola on line compilando il
MODULO ONLINE

 

Obiettivo della Giornata e’ sensibilizzare cittadini ed istituzioni al tema della sicurezza, diffondere informazioni di base e favorire l’adozione di comportamenti sicuri fuori e dentro la scuola ed avviare un confronto tra i soggetti competenti in materia di sicurezza scolastica ed i cittadini, al fine di ottenere informazioni ed impegni precisi sulla messa in sicurezza degli edifici scolastici.
Nel corso della Giornata sara’ distribuito materiale informativo, saranno messi a punto percorsi didattici e realizzate prove pratiche di simulazione ed addestramento per l’adozione di comportamenti sicuri fuori e dentro la scuola. Particolare attenzione sara’ quest’anno dedicata alla sicurezza delle scuole situate in zone a rischio sismico.

 

A CHI SI RIVOLGE

Ai dirigenti scolastici, agli insegnanti, ai genitori, agli studenti, e a tutti quei cittadini interessati a diffondere e promuovere la sicurezza intesa come un diritto di tutti.

LE FASI

La campagna si articola in 4 fasi:

I seminari per i monitori civici

La realizzazione del monitoraggio all’interno degli istituti scolastici

L’adesione delle scuole alla campagna

Il 25 novembre 2006 la IV giornata nazionale di mobilitazione per la sicurezza nelle scuole

Le scuole che volessero aderire alla Giornata nazionale della sicurezza scolastica devono collegarsi al sito http://www.cittadinanzattiva.it e compilare on line il modulo di adesione o puo’ essere inviato anche via fax allo 06.45498190. L’adesione alla Giornata da’ diritto gratuitamente a materiale di informazione sulla sicurezza. Saranno soddisfatte le prime 10.000 richieste che perverranno entro e non oltre il 30 settembre.

 

 

La Tv è un efficace analgesico per i bambini

Friday, 18/8/2006

 La televisione come analgesico contro il dolore nei bambini funziona. Lo ha accertato un esperimento condotto su 69 bambini dai sette ai dodici anni, divisi per gruppi, dal dottor Carlo Belleni del dipartimento di neonatologia del policlinico universitario delle Scotte di Siena. Il dolore di un esame, ad esempio un prelievo di sangue, viene superato grazie all’interesse che cartoni animati, in particolare quelli giapponesi, trasmessi da una televisione hanno suscitato nei bambini sottoposti all’esperimento i cui risultati sono stati pubblicati sul British Medical Journal.
“Abbiamo studiato gli effetti della distrazione riguardo il dolore - dichiara all’Agi il dottor Belleni- accertandone la differenza dei livelli quando non c’e’ alcuna distrazione, quando e’ presente la mamma, e quando c’e’ la televisione accesa”. In quest’ultimo caso il livello del dolore e’ risultato piu’ basso perche’ la televisione capta in maniera piu’ efficace l’attenzione dei bambini e genera anche piacere.
Uno stato d’animo che permette di rilasciare degli ormoni, le endorfine che hanno un’azione analgesica naturale per l’organismo umano. Sottolinea inoltre il dottor Belleni che “il nostro cervello ha dei meccanismi per i quali non riesce a mantenere piu’ stimoli contemporaneamente”. Evidentemente gli stimoli piacevoli dei cartoni animati in tv sono superiori a quelli del dolore di una puntura. Puo’ funzionare una tecnica simile anche negli adulti?. Belleni, che da anni si occupa del dolore nei neonati e nei bambini in questo caso non ha certezze: “Bisognerebbe vedere come catturare l’attenzione delle persone adulte”.

Agi

Festa di Laurea per l’ex ministro Prestigiacomo

Tuesday, 15/8/2006

L’ex ministro delle Pari Opportunità, Stefania Prestigiacomo, si è da pochi giorni laureata in Scienza dell’Amministrazione. Oggetto di discussione della tesi di laurea (triennale di primo livello), le adozioni internazionali.
L’ex ministro ha fatto tesoro dell’esperienza maturata nei 5 anni di lavoro al precedente governo - in cui ha avuto la delega alle adozioni internazionali e ha fatto anche una proposta di legge di riforma del settore - e così alla Lumsa di Roma ha discusso una tesi di diritto civile dal titolo: “Le adozioni internazionali: prospettive di riforma”.

Alla scoperta dei Monti Simbruini

Friday, 11/8/2006

Il Parco naturale regionale dei Monti Simbruini ospita anche quest’anno il progetto Campo Base, che prevede lo svolgimento di attività animativo-didattiche all’interno di strutture selezionate dall’Agenzia Regionale Parchi.  

Per 5 giorni, dal lunedì al venerdì, ragazzi dai 6 ai 14 anni (Campi Base Junior) potranno vivere a stretto contatto con la natura, per trascorrere una vacanza fra coetanei all’insegna del divertimento. 

Il Campo Base Junior si svolgerà nella settimana dal  4 al 8 settembre 2006 nel parco dei Monti Simbruini: i giovani ospiti alloggeranno nella Locanda dell’Orso, struttura situata a 1180 m d’altitudine nel territorio del comune di Cervara di Roma, a circa 60 km dalla capitale. 

La Locanda è stata inaugurata nel 2004 e pur presentandosi come un originale rifugio di montagna appenninica è una struttura moderna dotata di tutti i comfort; proprio dalla locanda partono diversi sentieri ottimi per le escursioni a piedi per andare alla scoperta delle montagne incantate che dividono il Lazio dall’Abruzzo, in un luogo veramente selvaggio tra la natura incontaminata del Perco. 

I cinque giorni sono ricchi di attività: i ragazzi faranno escursioni, giochi di socializzazione, lavori creativi ed esplorazioni dei luoghi circostanti; in programma anche le Olimpiadi della natura e una festa finale per divertirsi tutti insieme.  

Il prezzo del Campo Base si divide a metà: il vitto (4 pasti al giorno) e l’alloggio sono a carico dei partecipanti, che spenderanno quindi solo EURO 137,50. L’ARP si farà carico della spesa relativa alle attività animativo-didattiche e garantirà la presenza di animatori qualificati durante tutta la durata del Campo. 

Il trasporto dei partecipanti per e dal Campo è a carico degli stessi. 

Per informazioni e prenotazioni è attivo il numero 06.51.68.73.11 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13.  

Figli senza Genitori e Genitori senza Figli

Thursday, 10/8/2006

Giovani da tutto il mondo con una caratteristica comune: aver vissuto l’abbandono sulla propria pelle; ragazzi e ragazze che hanno superato l’abbandono rinascendo figli adottivi; famiglie che hanno sperimentato il calore dell’accoglienza.

Per la prima volta si ritrovano insieme i protagonisti dell’accoglienza: sono loro infatti i protagonisti del convegno internazionale “Senza Figli Senza? promosso da Amici dei Bambini a Bellaria in occasione del suo Ventennale e nel contesto della XV edizione della settimana di studi e formazione internazionale.

Quest’anno è significativa la presenza delle delegazioni dall’estero sia in termini di rappresentanza dal mondo dell’associazionismo che del mondo politico-istituzionale. Della totalità delle 18 delegazioni straniere – governative, famiglie, giovani – a Bellaria saranno presenti rappresentanti da Bosnia Erzegovina, Albania, Federazione Russa, Bolivia, Brasile, Marocco, Irlanda, Ucraina, Moldova, Bulgaria, Marocco, Perù, Sri Lanka, Lettonia Romania e Lettonia.

Figli senza Genitori e Genitori senza Figli: su questo sottile gioco di parole si snoda per tre giornate il convegno che punta l’attenzione sulle esperienze di vita e sulle testimonianze, inserite in un percorso che tenta di promuovere la responsabilità di ciascuno di noi di fronte all’abbandono.

La seconda giornata, martedì 29 agosto, è ancora dedicata ai giovani e alle famiglie, a Bellaria per confrontarsi e condividere le loro esperienze di vita nel corso di un serie di seminari. Insieme, tenteranno di rispondere a un unico quesito: come ottenere giustizia e uscire dall’abbandono? Dopo un lavoro comune condotto nei diversi paesi stranieri, fra gruppi di giovani e famiglie è stato tratteggiato il concetto di ‘orfano’ e analizzato il significato di ‘giustizia’.

Due le sessioni di seminari, Giovani e Famiglie. Parteciperanno agli incontri, aperti al pubblico:

Gruppi di giovani al servizio dei bambini in istituto: associazioni e gruppi provenienti da Bosnia Erzegovina, Federazione Russa, Albania, Brasile, Marocco, Irlanda e Italia.

Gruppi di riflessione: giovani usciti dagli istituti di Ucraina, Bulgaria, Moldova, Marocco, Bulgaria, Bolivia, Perù e Italia
Associazioni di famiglie accoglienti: associazioni in arrivo da Bosnia Erzegovina, Federazione Russa, Brasile, Moldova, Ucraina e Italia.

Gruppi informali: gruppi di associazioni familiari provenienti Marocco,Moldova, Romania, Bulgaria, Brasile, Perù e Bolivia 

 

Bindi: “Vogliamo che almeno nascano i figli desiderati”

Monday, 7/8/2006

- Far nascere i figli che desiderano le coppie, ora penalizzate - soprattutto per motivi economici - nelle loro aspettative: e’ questo l’ambizioso obiettivo delle politiche per la famiglia sottolineato, in Commissione affari sociali della Camera, dal ministro Rosy Bindi.
‘Non vogliamo inserirci nella vita delle persone - ha detto - ma vogliamo che almeno nascano i figli desiderati. La politica infatti deve fermarsi di fronte alle scelte personali’. Le statistiche continuano a rilevare che nasce un numero di bambini inferiore di quelli che si vorrebbe.
In tema di politiche familiari, il ministro ha tenuto a dire che non c’e’ una strada privilegiata: ‘dobbiamo trovare la via italiana, un mix’ fra i modelli in vigore in Europa. Fra quelli che privilegiano i trasferimenti monetari, o la rete di servizi o la leva fiscale. In merito a quest’ultima, Bindi ha precisato: ‘questa da sola non basta, e’ utile per i redditi medio alti non per quelli medio bassi’. Ha inoltre ribadito l’intenzione di dar vita, insieme all’Istat, ad un paniere differenziato per le famiglie.
Bindi ha rivendicato la competenza nazionale delle politiche per la famiglia: ‘c’e’ una responsabilita’ nazionale. Dallo stato devono venire la definizione dei livelli essenziali e le leggi quadro, le regioni e gli enti locali devono gestirle’.
Il ministro ha inoltre reso noto che e’ al lavoro una commissione per modificare il diritto di famiglia per eliminare le disparita’ nel rapporto uomo-donna, genitori-figli, figli legittimi e figli naturali. Sulle adozioni ha ribadito che ’serve un nuovo impegno organizzativo’, soprattutto per quelle internazionali. ‘In collaborazione con il ministro della giustizia - ha osservato - c’e’ volonta’ di riaffermare il tema dell’affido e dell’adozione’. Impegno sara’ assunto anche per l’istituzione del garante per l’infanzia cosi’ come nella lotta alla pedofilia (sara’ potenziata con una banca dati) l’Italia intende lavorare e partecipare a livello internazionale.

 

A Siena si produce il farmaco per una rara malattia dei bambini

Saturday, 5/8/2006

Siena punto di riferimento per l’Italia ma, in futuro, anche per gli Stati Uniti per la terapia di una malattia rara che colpisce i bambini e porta alla demenza. Nei laboratori della farmacia del policlinico Le Scotte, infatti, viene prodotto un farmaco essenziale per la cura della ‘xantomatosi cerebrotendinea’, una rara malattia che colpisce i bambini e puo’ dare gravi alterazioni neurologiche, come l’epilessia e la demenza.
Il medicinale non e’ attualmente in commercio, ma viene usato per curare 40 bambini, tutti seguiti dal professor Antonio Federico, direttore di Neurologia e Malattie Neurometaboliche al policlinico de le Scotte di Siena, che sta lavorando alla produzione del farmaco assieme alla farmacia ospedaliera diretta dal dottor Marco Monari. Il farmaco sara’ inviato anche negli Stati Uniti, dopo che la Food and Drug Administration ha dato il benestare alla sperimentazione su cento pazienti americani.
La xantomatosi cerebrotendinea e’ un disturbo causato da un’alterazione nella produzione di colesterolo che diventa poi tossico per l’organismo. Il farmaco prodotto a Siena, basato sull’acido chenidesossicolico, serve a bloccare la malattia e, se somministrato precocemente nei pazienti a rischio, puo’ prevenirla.

(ANSA).

Geronimo Stilton Super Show

Saturday, 5/8/2006

Geronimo Stilton Super Show

a Roma presso il teatro IL SISTINA dal 16/11/2006 al 07/01/2007 –info tel. 06 4200711; www.ilsistina.com

a Milano presso li teatro SMERALDO dal 16/01/2007 al 25/02/2007 - info tel. 02.29006767; www.teatrosmeraldo.it

 

 

 

Più asili nido a Roma

Friday, 4/8/2006

“Anche quest’anno la domanda di posti nei nidi e’ nuovamente cresciuta: ci sono state 16.120 richieste, 1.237 in piu’ rispetto al 2005/2006 e 2.829 rispetto al 2004/2005. Segno che cresce la fiducia delle famiglie sulla possibilita’ di inserire i propri bimbi nei nidi” lo ha detto l’assessore alle Politiche Educative e Scolastiche, Maria Coscia, presentando gli ultimi interventi del Comune per fronteggiare la situazione degli asili nido a Roma
“Delle nuove iscrizioni - prosegue l’assessore comunale - 6.500 sono gia’ soddisfatte dalla rete di servizi attuale. E anche se ad oggi la lista di attesa supera le 9mila unita’ alla fine dell’anno scolastico, tra rinunce, nuovi posti e cancellazione di doppie domande scenderemo molto probabilmente a circa 4.500 bimbi. Entro dicembre, comunque, il 60% delle nuove domande saranno soddisfatte”.
I servizi per l’infanzia sono ‘prioritari’ per l’amministrazione. “Manterremo l’impegno preso in campagna elettorale quando abbiamo annunciato la messa in campo di altri 7mila posti per raggiungere entro il 2010 lo standard europeo che prevede la copertura del 33% dei bambini tra 0 e 3 anni - spiega l’assessore alla Scuola -. Gia’ oggi Roma e’ al 20% contro una media italiana del 7,4″.

I bambini allattati al seno sopportano meglio lo stress

Friday, 4/8/2006

Da Stoccolma, Scott Montgomery, epidemiologo dello Karolinska Institute di Stoccolma fa sapere dalle pagine della rivista Archives of Disease in Childhood che i bambini allattati al seno potrebbero in futuro sopportare meglio lo stress .  ‘’L'ansieta’ infantile a causa di divorzi o separazioni e’ meno problematica nei bambini che sono stati allattati al seno'’ ha spiegato Montgomery. La ricerca ha mostrato inoltre che allattare al seno ridurrebbe l’incidenza nei bambini di infezioni, malattie respiratorie e diarrea.

Montgomery e il suo team hanno analizzato 9000 bambini, allattati al seno e non, concentrando l’attenzione su quelli dati alla luce da coppie sulla soglia della separazione. Seguiti dalla nascita fino ai 10 anni, i ragazzi sono stati invitati ad attribuirsi un livello di ansia da 1 a 50. I livelli sono risultati molto alti in entrambe le categorie, ma i bambini che erano stati allattati al seno sapevano gestire meglio lo stress. Secondo gli studiosi non esisterebbe un motivo ben chiaro dietro questi esiti. Probabilmente le ragioni sono da ricercare nel benefico effetto del contatto con la madre. L’allattamento materno potrebbe inoltre influenzare quelle strutture che nell’organismo determinano la risposta allo stress. ‘In termini evoluzionistici e’ forse proprio la naturalezza del gesto ad essere il segreto del successo dell’allattamento materno’ ha concluso Montgomery.

 
Archivi - 11/2017, 10/2017, 09/2017, 06/2017, 01/2017, 11/2016, 08/2016, 06/2016, 05/2016, 03/2016, 02/2016, 01/2016, 12/2015, 11/2015, 10/2015, 08/2015, 06/2015, 05/2015, 04/2015, 03/2015, 02/2015, 01/2015, 12/2014, 11/2014, 10/2014, 09/2014, 07/2014, 06/2014, 05/2014, 04/2014, 03/2014, 02/2014, 01/2014, 12/2013, 11/2013, 10/2013, 08/2013, 06/2013, 05/2013, 04/2013, 03/2013, 02/2013, 01/2013, 12/2012, 11/2012, 09/2012, 08/2012, 07/2012, 06/2012, 05/2012, 04/2012, 03/2012, 02/2012, 01/2012, 12/2011, 11/2011, 10/2011, 09/2011, 08/2011, 05/2011, 04/2011, 03/2011, 02/2011, 01/2011, 12/2010, 11/2010, 10/2010, 09/2010, 08/2010, 07/2010, 06/2010, 05/2010, 04/2010, 03/2010, 02/2010, 01/2010, 12/2009, 11/2009, 10/2009, 09/2009, 08/2009, 07/2009, 06/2009, 05/2009, 04/2009, 03/2009, 02/2009, 01/2009, 12/2008, 11/2008, 10/2008, 09/2008, 08/2008, 07/2008, 06/2008, 05/2008, 04/2008, 03/2008, 02/2008, 01/2008, 12/2007, 11/2007, 10/2007, 09/2007, 08/2007, 07/2007, 06/2007, 05/2007, 04/2007, 03/2007, 02/2007, 01/2007, 12/2006, 11/2006, 10/2006, 09/2006, 08/2006, 07/2006, 06/2006, 05/2006, 04/2006, 03/2006, 02/2006, 10/1999, 09/1999, 04/1999, 03/1999, 12/1998, 11/1998, 10/1998, 07/1998, 01/1998, 11/1993, 12/1992,
Aut.246/98 del 1/6/98 del Tribunale Civile di Roma - Marchio registrato

Direttore responsabile: Sara Musa


Giacomino Blog powered by Coded and Designed by