Archivio di 4/2006

Il Teatro Stabile dei Burattini San Carlino al Pincio

Sunday, 30/4/2006

Roma. Villa Borghese. Il Pincio. La finestra più suggestiva della capitale dalla quale il panorama della città eterna si mostra senza veli, in tutta la sua bellezza.

In questo angolo di Paradiso i bambini si incontrano, ridono e battono le mani al Teatro Stabile dei Burattini San Carlino.

Un teatro “come tradizione comanda? e “come sperimentazione suggerisce?, composto da una vera e propria famiglia (Michele Vitello, Vera Zamuner, Marco e Katia, Lina Corsaro, Manuel Reimann e Antonio Accardo) unita non solo dai vincoli di parentela ma soprattutto da un comune e forte amore per l’arte. 

La compagnia lavora da oltre vent’anni con i burattini, portandoli in scena nelle scuole, nei festival e in diverse iniziative culturali. Dal 1998 gli artisti del San Carlino lavorano stabilmente a Roma e dal 2004 realizzano gli spettacoli nel loro spazio, il “Teatro dei Burattini San Carlino, nel cuore di Villa Borghese. Il teatro ripropone il nome di quello celeberrimo di Napoli in cui Antonio Petito interpretava Pulcinella tra il 1822 e il 1876.

Sono circa 30 gli spettacoli del repertorio della Compagnia dei Burattini San Carlino, ispirati alla commedia dell’arte di carattere fiabesco. Protagonista è quasi sempre Pulcinella, rappresentato sia in chiave tradizionale che a fianco di personaggi nuovi, tratti dalla fiaba.

Questo il cartellone per il mese di maggio.

TEATRO STABILE DEI BURATTINI SAN CARLINO

Viale dei Bambini (Orologio ad acqua)

Villa Borghese 
 

PROGRAMMA MAGGIO 
 

lunedì 1

“Le divertenti avventure di Arlecchino e Pulcinella ?

spettacoli: ore 11 – 12 – 16 – 17.30

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

Particolarmente adatto ai bimbi dai 4 ai 10 anni  lo spettacolo di oggi vede protagoniste le due maschere più conosciute e amate dai bambini Arlecchino  e Pulcinella. I due personaggi si alterneranno sul palcoscenico prima come attori e poi come burattini, divertendo il pubblico e rendendolo partecipe di una storia basata su scherzi e lazzi, ricca di liberatorie bastonate e tante risate.  

sabato 6

“Pierino e il Lupo ?

spettacolo unico: ore 17

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

Una fiaba musicale dedicata a tutti, con poche parole, tanta musica e mimo in uno spettacolo dove i protagonisti da attori veri in carne ed ossa diventano burattini con la testa di legno, si nascondono tra il pubblico emozionandolo tra risate e momenti di suspance. 
 

domenica 7

“Cappuccetto Rosso?

spettacoli: ore 11 – 12 – 16 – 17.30

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

Cosa succederebbe a Cappuccetto Rosso se la sua storia venisse interrotta proprio mentre il lupo sta gustando la sua nonnina? Siete davvero sicuri di conoscere bene questa storia? Perché serve l’aiuto del pubblico per il finale a sorpresa di questa storia che qualcuno crede di conoscere a memoria. 

sabato 13

“Cappuccetto Rosso ? (Replica)

spettacolo unico: ore 17

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

domenica 14

“Pierino e il Lupo ? (Replica)

spettacoli: ore 11 – 12 – 16 – 17.30

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

sabato 20

“Raperonzolo?

spettacolo unico: ore 17

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

Ci sono proprio tutti i personaggi dell’immortale fiaba dei Fratelli Grimm: Mamma Eleonora e papà Valerio, la strega Pastrocchio, il principe e la bellissima Raperonzolo dai capelli lunghi e biondi come l’oro, ma chi la salverà dal sortilegio malefico è un personaggio nuovo e divertente: la maga Maghetta, una maga romana speciale che con tutti i bambini farà una magia davvero particolare. 
 

domenica 21

“Pulcinella e l’incontro con Mago Merlino?

spettacoli: ore 11 – 12 – 16 – 17.30

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

Pulcinella Cerulo, famigerata maschera della Commedia dell’Arte incontrerà nel suo teatro un personaggio storico della tradizione fiabesca: Mago Merlino. Con lui farà un viaggio eccezionale nel mondo fiabesco, un viaggio speciale  tra i misteri della magia. 
 
 
 
 
 
 

sabato 27

“Pulcinella e l’incontro con Mago Merlino? (Replica)

spettacolo unico: ore 17

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 

Domenica 28 (Replica)

“Raperonzolo?

spettacoli: ore 11 – 12 – 16 – 17.30

biglietto: 4 euro

soci: 3 euro 
 
 

Informazioni e prenotazioni:

Tel. 06/333.53.20

mobile: 329/29.67.328; 328/011.99.45

Sito internet: www.sancarlino.it    

E-mail: info@sancarlino.it

Aumentano le allergie fra i bambini

Saturday, 29/4/2006

In Italia il 15% dei bambini in eta’ prescolare e’ affetto da dermatite allergica e il 2% presenta gravi allergie alimentari, il 10% di quelli che vanno a scuola soffre di asma, il 20-25% degli adolescenti di rinite allergica. I dati sono stati resi noti a Verona, nel corso di Format 2006, il convegno sulle allergie in eta’ pediatrica organizzato dalla Clinica pediatrica dell’Azienda ospedaliero-universitaria del capoluogo scaligero.
“La diffusione di queste patologie  e’ in costante crescita?, ha detto il prof. Attilio Boner, ordinario di clinica pediatrica all’Universita’ di Verona e specialista in allergologia pediatrica, “con un’incidenza passata dal 10-15% al 25-30% negli ultimi decenni a livello nazionale, ma che nei Paesi del nord Europa raggiunge quasi il 50%?.
Perché aumentano le allergie nei bambini?
Tra le cause – spiega il prof. Boner – c’è la scarsa natalita’: “ Il primo figlio ha piu’ probabilita’ di ammalarsi, mentre i suoi fratelli possono beneficiare proprio delle malattie del maggiore per sviluppare meglio il sistema immunitario; rispetto alla prima gravidanza, inoltre, la placenta delle successive via via ‘funziona meglio’, facilitando la dotazione di autodifesa nel nuovo organismo che va formandosi.?
L’inquinamento atmosferico provocato dai motori diesel - ha detto ancora il prof. Boner - la riduzione di occasioni di contrarre malattie infettive, lo scarso consumo di frutta e verdura crude come di pesce grasso, la sedentarieta’ sono tutte concause che spiegano il diffondersi delle allergie gia’ nei primi anni di vita’. A queste deve essere aggiunto l’aumentato contatto con materiali sintetici, a cominciare da cuscini e materassi che non solo trattengono gli acari e altri allergenici in misura maggiore rispetto ai materiali naturali, ma inoltre sprigionano sostanze irritanti.
Anche se le terapie attualmente adottate per contrastare gli effetti delle patologie allergiche sono efficaci, - conclude il prof. Boner -  la difficolta’ di curare un bambino che  soffra di allergie e’ rappresentata dalla scarsa costanza del paziente nell’ assumere i farmaci: ‘almeno il 50% di loro - ha detto - non fa la terapia in maniera corretta’.

Bimbi in piazza

Saturday, 29/4/2006

Nei ricordi di chi, come me, ha vissuto in un piccolo paesino, la piazza rappresenta il luogo di incontro, di socializzazione, di pettegolezzo, di appuntamenti. E la piazzetta, quella sotto casa, il mondo magico dei giochi, dove le mamme ci facevano scendere a giocare perché non c’erano pericoli e perché potevano controllarci dalla finestra. La palla rimbalzava , ma non nelle ore più calde dell’estate; i muri scrostati fornivano “materiale prezioso? per i nostri giochi di cucina; il piccolo atrio con tre scalini dell’abitazione di Casilda il nostro rifugio preferito (sempre che l’anziana signora fosse di buonumore e ci lasciasse giocare).

Per i nostri bambini, e soprattutto per i bambini che vivono in città, la piazza – come dice mio figlio di 3 anni – è dove girano le automobili.

Sono le auto, infatti, ad essersi appropriate di questi spazi: auto in movimento e soprattutto auto in sosta.

Per far riscoprire ai  bambini il vero valore della piazza nasce l’iniziativa delll’Unione Italiana Sport “Bimbi in piazza? che che anche quest’anno colorera’ per un giorno le piazze di 60 citta’ italiane, a partire dal 29 aprile.
Per far riscoprire ai bambini il valore della piazza (di quella vera, e non di quelle inventate nei grandi centri commerciali) in ogni citta’ verranno allestiti spazi per attivita’ sportive (mini-basket, calcetto, mini-volley, ecc.) e per i giochi di strada, dai piu’ comuni a quelli piu’ insoliti; non mancheranno i giochi popolari come la campana, il tiro alla fune, il gioco dell’oca, la corsa coi sacchi.
La manifestazione viene organizzata insieme ai Comuni e agli Enti locali delle citta’ coinvolte, dove la manifestazione e’ spesso abbinata a iniziative di solidarieta’ e a campagne per il diritto al gioco, quale elemento determinante per la crescita armoniosa dei piu’ piccoli.
LE DATE: Si comincera’ il 29 aprile con Reggio Calabria e Monfalcone (Gorizia), ma la giornata centrale della manifestazione sara’ domenica 30 aprile, quando contemporaneamente saranno coinvolte 26 citta’ italiane. Ultimi appuntamenti, il 7 maggio, con Orvieto e Brescia.

L’iniziativa gode dell’Alto Patronato del presidente della Repubblica

 

Sara Musa

Verona: fino al 1 maggio il Mondatori Junior Festival

Friday, 28/4/2006

Nella città di Giulietta e Romeo, sono tantissime , ben 51, le iniziative dedicate ai giovani, e i bambini ne potranno combineranno di tutti i colori perché la Mondatori Junior ha associato ad ogni colore una differente attività : blu sta per sport, verde per teatro e musica, giallo per didattica, viola per cinema, e cosi’ via.
Tantissimi i laboratori nei quali i bambini potranno giocare a fare i cronisti e i fotografi per le redazioni di Fotografando e dell’Eco del Mondadori Junior Festival hanno. Gli aspiranti giornalisti si danno appuntamento’ alla Gran Guardia.

Tra le iniziative piu’ prestigiose in programma, l’incontro con il ‘Signore degli Anelli’, Jury Chechi, e il concerto della Geronimo Stilton Band. ‘Con questa seconda edizione del Mondadori Junior Festival - ha commentato il sindaco della citta’ scaligera, Paolo Zanotto, durante l’inaugurazione - Verona conferma la sua vocazione di citta’ a misura di bambino.
Compito dell’amministrazione e’ quello di rendere sempre piu’ vivibile la citta’ per i bambini, convinti come siamo che, se migliora per loro, migliora anche per gli adulti. D’altra parte sono molti gli interventi avviati a Verona e pensati proprio per i bambini, dalle nuove aree verdi, ai parco giochi, sino ai percorsi protetti per andare a scuola. E tra i progetti in cantiere un posto di rilievo occupa la Citta’ dei bambini all’Arsenale, che prevede spazi destinati al gioco libero e strutturato, alla lettura e all’incontro’.

All’inaugurazione, svoltasi nel Palazzo della Gran Guardia, e’ intervenuto anche Maurizio Costa, vice presidente e amministratore delegato Mondadori, oltre a numerose personalita’ del mondo delle istituzioni e della cultura cittadine. Per Costa, ‘Questa iniziativa dedicata ai bambini, ai genitori, ai nonni e’ perfettamente in linea con la missione della Mondadori, da sempre attenta ai gusti e ai bisogni del pubblico delle famiglie italiane’. Costa ha inoltre sottolineato come ‘l’impegno nella promozione di questa grande kermesse rinsaldi il legame della Mondadori con la citta’ di Verona, un legame storico che risale alle origini dell’azienda’.

Domenica 23 aprile “Stop alle automobili e allo smog”

Saturday, 22/4/2006

Un solo giorno, una grande festa per vivere una citta’ a misura di bambino e di pedone. Stop alle automobili e allo smog per ribadire il diritto dell’infanzia al gioco in piazza. Un modo per riappropriarsi degli spazi pubblici, per giocare e divertirsi…senza traffico!
Ritorna l’appuntamento primaverile di Legambiente dedicato ai bambini e alle bambine di ogni eta’, nessuno escluso fino ai 99 anni e oltre. Dalla Sicilia al Trentino, domenica 23 aprile si dira’ “Stop alle automobili e allo smog” per dare via libera al gioco! Un giorno senza traffico per giocare in liberta’ e per riprendersi la citta’. Senza inquinamento, rumore e ostacoli. E il divertimento e’ assicurato! Laboratori del riciclo, animazione, clown, artisti di strada e giocolieri ti aspettano a ogni iniziativa.
A 100 Strade per Giocare saranno presenti anche gli amici di ALI, l’associazione dei ludobus e delle ludoteche italiane.
Un’occasione unica per mettere insieme le tante iniziative dedicate ai bambini che si organizzano durante tutto l’anno: con i Circoli e le Bande del Cigno di Legambiente ma anche con le Classi per l’Ambiente e le tante associazioni amiche che condividono con noi un percorso verso citta’ piu’ belle e vivibili.

ITALPRESS

Cinture di sicurezza: le novità introdotte dalla nuova legge

Wednesday, 19/4/2006

Veramente rivoluzionarie le novità in materia di utilizzo di cinture di sicurezza sia per la tipologia dei veicoli che per i destinatari (adulti – bambini) che ne devono fare uso e anche per le categorie esenti.

 

ASPETTI GENERALI 

Viene esteso l’uso obbligatorio delle cinture di sicurezza a tutte le categorie internazionali di autoveicoli adibiti al trasporto di persone e di merci, in particolare anche per quelli di massa superiore a 3,5 tonnellate (veicoli commerciali per il trasporto di carichi pesanti, autobus e pullman). Lo stabilisce il decreto legislativo 13 marzo 2006, nr.150 di attuazione della direttiva comunitaria 2003/20/CE che modifica la direttiva 91/671/CEE, relativa all’uso obbligatorio delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini nei veicoli, pubblicato sulla GU il 13 marzo 2006.

BAMBINI: SCOMPARE IL RIFERIMENTO ALL’ETA’ DI 12 ANNI, RIMANE IL LIMITE DI ALTEZZA DI METRI 1,50

Tra le innovazioni contenute nel provvedimento c’è l’obbligo di assicurare al sedile i bambini di statura inferiore a 1,50 metri facendo uso di un cuscino sollevatore ed adattatore che permetta al bambino di essere trattenuto dalle stesse cinture di sicurezza previste per gli adulti.

Scompare dalla nuova stesura dell’art. 172 il riferimento all’età dei bambini col limite ai 12 anni.

I bambini sino a 3 anni non possono viaggiare su veicoli vecchi sprovvisti di cinture di sicurezza, mentre quelli di età superiore e di altezza fino a m 1,50 non possono occupare un sedile anteriore.

Il decreto proibisce anche l’installazione di seggiolini per bambini rivolti contromarcia sui posti protetti da airbag, a meno che non sia possibile disinserirlo.

I bambini di statura non superiore a 1,50 m, quando viaggiano negli autoveicoli per il trasporto di persone in servizio pubblico di piazza o negli autoveicoli adibiti al noleggio con conducente, possono non essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, a condizione che non occupino un sedile anteriore e siano accompagnati da almeno un passeggero di età non inferiore ad anni sedici.

Fino all’8 maggio 2009, sono esenti dall’obbligo di cinture e sistema di ritenuta i bambini di età inferiore a 10 anni trasportati in soprannumero nei posti posteriori, purché accompagnati da un passeggero di età non inferiore a 16 anni, solo sugli autoveicoli adibiti al trasporto promiscuo di persone e cose, di cui all’art. 169 CdS.

 

MEZZI ADIBITI AL TRASPORTO DI PERSONE ANCHE PUBBLICI - OBBLIGO CINTURE PER I PASSEGGERI SEDUTI, ESCLUSI QUELLI ADIBITI A TRASPORTO LOCALE E CHE CIRCOLANO IN AREA URBANA
Tutti gli occupanti, di età superiore a tre anni, dei veicoli in circolazione adibiti al trasporto di persone con più di 8 posti a sedere oltre il conducente, devono utilizzare, quando sono seduti, i sistemi di sicurezza di cui i veicoli stessi sono provvisti. I bambini devono essere assicurati con sistemi di ritenuta per bambini, eventualmente presenti sui veicoli adibiti al trasporto di persone con più di 8 posti a sedere, oltre il conducente, solo se di tipo omologato secondo quanto previsto al comma 1 dell’art. 172.

I passeggeri dei veicoli adibiti al trasporto di persone con più di 8 posti a sedere, oltre il conducente, devono essere informati dell’obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza, quando sono seduti ed il veicolo è in movimento, mediante cartelli o pittogrammi, conformi al modello figurante nell’allegato alla direttiva 2003/20/CE, apposti in modo ben visibile su ogni sedile. Inoltre, la suddetta informazione può essere fornita dal conducente, dal bigliettaio, dalla persona designata come capogruppo o mediante sistemi audiovisivi quale il video.

 

Il decreto prevede alcune novità in tema di esenzione dall’uso delle cinture di sicurezza. In particolare, fino all’8 maggio 2009, sono esenti dall’obbligo di cinture i bambini inferiori a 10 anni trasportati in soprannumero nei posti posteriori, purché accompagnati da un passeggero di età non inferiore a 16 anni, solo sugli autoveicoli adibiti al trasporto promiscuo di persone e cose.

 

LE ESENZIONI
ORA VIGE L’OBBLIGO ANCHE PER I TAXISTI. AGGIUNTA INVECE L’ESENZIONE PER LE FORZE ARMATE NELL’ESPLETAMENTO DI ATTIVITA’ ISTITUZIONALI NELLE SITUAZIONI DI EMRGENZA

Va segnalato che scompare l’esenzione per i taxisti, (conducenti di autoveicoli adibiti al trasporto di persone in servizio pubblico di piazza, ovvero adibiti al noleggio con conducente, durante il servizio nei centri abitati) già prevista dal punto d) dell’art. 172 ante modifica. Aggiunta l’esenzione per le forze armate impegnate in attività istituzionali nelle situazioni di emergenza.

Rimane l’esenzione dall’obbligo di uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini per le seguenti categorie:

 

a) gli appartenenti alle forze di polizia e ai corpi di polizia municipale e provinciale nell’espletamento di un servizio di emergenza;

 b) i conducenti e gli addetti dei veicoli del servizio antincendio e sanitario in caso di intervento di emergenza;
c) gli appartenenti ai servizi di vigilanza privati regolarmente riconosciuti che effettuano scorte;
d) gli istruttori di guida quando esplicano le funzioni previste dall’articolo 122, comma 2;
e) le persone che risultino, sulla base di certificazione rilasciata dalla unità sanitaria locale o dalle competenti autorità di altro Stato membro delle Comunità europee, affette da patologie particolari o che presentino condizioni fisiche che costituiscono controindicazione specifica all’uso dei dispositivi di ritenuta. Tale certificazione deve indicare la durata di validità, deve recare il simbolo previsto nell’articolo 5 della direttiva 91/671/CEE e deve essere esibita su richiesta degli organi di polizia di cui all’articolo 12;
f) le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza;
g) i passeggeri dei veicoli M2 ed M3 autorizzati al trasporto di passeggeri in piedi ed adibiti al trasporto locale e che circolano in zona urbana;
h) gli appartenenti alle forze armate nell’espletamento di attività istituzionali nelle situazioni di emergenza.

LE SANZIONI
Novità significativa è il sequestro e la confisca dei dispositivi  di ritenuta di cui al comma 12, cioè quando importati o prodotti per la commercializzazione se non omologati, ancorché installati sui veicoli.

Comma - 10. Chiunque non fa uso dei dispositivi di ritenuta, cioè delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, e’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 68,00 euro a 275,00 euro. Quando il mancato uso riguarda il minore, della violazione risponde il conducente ovvero, se presente sul veicolo al momento del fatto chi e’ tenuto alla sorveglianza del minore stesso. Quando il conducente sia incorso, in un periodo di due anni, in una delle violazioni di cui al presente comma per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da quindici giorni a due mesi, ai sensi del capo I, sezione II, del titolo VI.

 

Comma - 11. Chiunque, pur facendo uso dei dispositivi di ritenuta, ne altera od ostacola il normale funzionamento degli stessi e’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 34,00 euro a 138,00 euro.

 

Comma - 12. Chiunque importa o produce per la commercializzazione sul territorio nazionale e chi commercializza dispositivi di ritenuta di tipo non omologato è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 716,00 euro a 2.867,00 euro.

 

Comma - 13. I dispositivi di ritenuta di cui al comma 12, ancorché installati sui veicoli, sono soggetti al sequestro ed alla relativa confisca, ai sensi delle norme di cui al capo I, sezione II, del titolo VI.

DECORRENZA
La legge è entrata in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sulla GU cioè il 14 aprile 2006. www.ASAPS.it

Giornata della Memoria dei Bambini dal 25 aprile alla prima domenica di maggio

Tuesday, 18/4/2006

La Giornata della Memoria dei Bambini vittime della violenza dello sfruttamento e dell’indifferenza si celebra dal 25 aprile alla prima domenica di maggio.

Gli Sportelli Meter di Ragusa, Gela, Piazza Armerina, Aci Castello, Messina, Canicattini Bagni, Modica, Pachino e Portopalo di C.P. sono già all’opera.

La Giornata della Memoria dei bambini - vittime della violenza, indifferenza e sfruttamento - viene celebrata presso la Parrocchia Madonna del Carmine di Avola dal 1995 (su richiesta di famiglie e dei gruppi di bambini). Nel 1995, a motivo di un tentato omicidio a danno di una bambina di 11 anni e dopo vari episodi di racconti di abusi e, successivamente il suicidio di un ragazzo di 14 anni, la comunità cristiana guidata da don Fortunato Di Noto, iniziò a riflettere sulla condizione dell’infanzia e della adolescenza, impegnandosi contro ogni forma di sfruttamento e di abuso all’infanzia, concentrando sforzi e risorse nel contrastare la pedofilia e la pedopornografia.

Nel 1996 e successivamente nel 1998, si aggiunsero tristi vicende accadute in Italia e all’estero (Belgio), anni che videro una “stagione di violenza e di sangue?, l’apice della violenza su bambini, sottrattati al calore delle loro famiglie. Parallelamente la pedofilia, e il suo strutturatasi a livello criminale e con conseguenti pseudo-celebrazioni di ‘orgoglio pedofilo ’, impose un ulteriore slancio alla Giornata della Memoria dei bambini che negli ultimi anni ha assunto carattere nazionale, strutturata con due momenti celebrativi (il primo commemorativo: preghiere e riflessioni; il secondo momento: dedicato ai bambini e alle famiglie.)

Nel 2002, su sollecitazione istituzionale ed ecclesiale, la GMB è diventata un appuntamento e un forte richiamo in Italia e all’estero per la Chiesa, la società civile e le realtà politiche e culturali. Una Giornata che di anno in anno cresce, si sviluppo e coinvolge sempre più istituzioni, realtà ecclesiali, civili e politiche.

Il Presidente della Repubblica ha espresso apprezzamento e plauso all’Associazione Meter onlus per questa iniziativa, “occasione di riflessione su una delle problematiche più drammatiche del nostro tempo. Contrastare i gravissimi fenomeni di abuso, di violenza, di sfruttamento dei bambini, salvaguardare la loro integrità con il riconoscimento del diritto alla salute e all’istruzione deve essere una grande conquista di libertà e di civiltà. …difficile compito, ed occorre rafforzare questo impegno, per consolidare una cultura dei diritti e della solidarietà?. (dal messaggio del Giornata 2004).
Non sono mai mancati messaggi di condivisione e apprezzamento dalle più alte cariche dello Stato, da esponenti politici, magistrati, come dai numerosi, cardinali e vescovi italiani da gruppi e associazioni laiche e confessionali, che hanno invitato, il 25 aprile, tutte le loro comunità ecclesiali a pregare e riflettere sulla condizione dell’infanzia, affinché non accada mai più.

Gli Sportelli Meter, presenti in diverse città italiane e i referenti all’estero, sono impegnati a promuovere la GMB.

La Giornata della Memoria dei Bambini - vittime della violenza, dello sfruttamento e della indifferenza è diventata il 4 maggio 2005 – art. 38 Legge Regionale Siciliana e dovrà celebrarsi “la prima domenica di maggio di ogni anno?.
L’Associazione Meter onlus per tradizione inizierà il 25 aprile per concludere tutte le celebrazioni la prima domenica di maggio.

http://www.associazionemeter.it/

La Tv che fa ingrassare

Saturday, 15/4/2006

Che la televisione favorisse i chili di troppo, soprattutto nei bambini, si sapeva gia’. Ora, pero’, uno studio ha calcolato a quanto grasso corrisponde il tempo passato davanti al piccolo schermo: sono 167 calorie per ogni ora di televisione. Lo rivela una ricerca pubblicata sugli Archives of pediatrics and adolescent medicine, condotta su oltre 500 bambini di Boston. Non solo la tv distoglie da giochi e sport, ma spinge a mangiare cibi grassi, dolci e salati, mostrati dalla pubblicita’. Un problema che negli Stati Uniti riguarda anche l’alcol. (Agr)

Bologna: Pasqua nei musei e laboratori per bambini

Saturday, 15/4/2006

Bologna - Una Pasqua tra divertimento e cultura. E’ la proposta del Museo del Patrimonio industriale di Bologna, che intensifica le proprie iniziative in vista del week-end pasquale, con un occhio di riguardo per i piu’ piccoli.
Si parte gia’ da sabato 15 aprile alle 15.30, con il laboratorio “Magia dell’acqua”, dedicato ai ragazzi tra i 6 e i 14 anni. I ragazzi diventeranno scienziati per un giorno, e potranno scoprire le proprieta’ dell’acqua con esperimenti e verifiche, immersi nell’affascinante mondo delle provette e delle ampolle del laboratorio.

Gli spettacoli per ragazzi al teatro dell’Opera di Roma

Friday, 14/4/2006
  • TEATRO NAZIONALE
    Venerdì 28 e sabato 29 aprile, martedì 2, mercoledì 3 e giovedì 4 maggio, ore 11.00
    VIAGGIO VERSO IL SOLE
    Fiaba Musicale di Rosa Stipo e Adriana Del Giudice
    Destinatari: studenti della scuola materna e primaria   

     

TEATRO DELL’OPERA
Giovedì 12 ottobre, ore 11.00
IL LAGO DEI CIGNI
Balletto in quattro atti
Musica di Pëtr Il’i? Čajkovskij
ORCHESTRA E CORPO DI BALLO DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA
Destinatari: studenti della scuola primaria (secondo ciclo) e secondaria 
 

 

  • TEATRO DELL’OPERA
    Mercoledì 25 ottobre, ore 11.00
    CENERENTOLA
    Balletto in tre atti
    Musica di Sergei Prokof’ev
    ORCHESTRA E CORPO DI BALLO DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA
    Destinatari: studenti della scuola primaria (secondo ciclo) e secondaria   

     

TEATRO NAZIONALE
Giovedì 9 novembre, ore 11.00
IL CORSARO
Balletto romantico in tre atti
Musiche di Adolphe-Charles Adam, Riccardo Drigo, Léo Delibes
ORCHESTRA E CORPO DI BALLO DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA
Destinatari: studenti della scuola secondaria inferiore e superiore 
 

 

  • TEATRO DELL’OPERA
    Mercoledì 22 novembre, ore 16.30
    TRISTAN UND ISOLDE
    Dramma musicale in tre atti
    Libretto e Musica di Richard Wagner
    ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA
    In lingua originale con sovratitoli in italiano

    Destinatari: studenti della scuola secondaria inferiore e superiore   

     

TEATRO NAZIONALE
Giovedì 23, venerdì 24 novembre, ore 11.00
LA GITANA
Balletto
romantico in tre atti
Musica di Daniel F.E. Auber, Johannes Schmidt
ORCHESTRA E CORPO DI BALLO DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA
Destinatari: studenti della scuola secondaria inferiore e superiore 
 

 

  • TEATRO NAZIONALE
    Mercoledì 6, giovedì 7 novembre, ore 11.00
    LA SYLPHIDE
    Balletto
    romantico in due atti
    Musica di Herman Severin von Loevenskjold
    ORCHESTRA E CORPO DI BALLO DEL TEATRO DELL’OPERA
    Destinatari: studenti della scuola secondaria inferiore e superiore   

     

TEATRO NAZIONALE
Mercoledì 20 novembre
IL CASO AMADEUS
Opera in tre atti di Quirino Conti
Musica di Marco Taralli
ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO DELL’OPERA
Destinatari: studenti della scuola secondaria inferiore e superiore 
 

Prezzo del Biglietto per le recite riservate alle scuole
Opere al Teatro Nazionale e al Teatro dell’Opera € 10,00
Balletti al Teatro Nazionale € 6,00
Balletti al Teatro dell’Opera € 10,00
Per gli spettacoli riservati alle scuole è indispensabile la prenotazione
Agli studenti sarà possibile applicare la riduzione del 50%
su tutti gli spettacoli serali e pomeridiani previa prenotazione. 

Per informazioni, notizie, prenotazioni:
Settore Didattica
Responsabile Nunzia Nigro
tel 0648160252 - cell. 3939167182 - fax 064881253
e-mail settore.didattica@operaroma.it
sito internet www.operaroma.it.

 
Archivi - 06/2017, 01/2017, 11/2016, 08/2016, 06/2016, 05/2016, 03/2016, 02/2016, 01/2016, 12/2015, 11/2015, 10/2015, 08/2015, 06/2015, 05/2015, 04/2015, 03/2015, 02/2015, 01/2015, 12/2014, 11/2014, 10/2014, 09/2014, 07/2014, 06/2014, 05/2014, 04/2014, 03/2014, 02/2014, 01/2014, 12/2013, 11/2013, 10/2013, 08/2013, 06/2013, 05/2013, 04/2013, 03/2013, 02/2013, 01/2013, 12/2012, 11/2012, 09/2012, 08/2012, 07/2012, 06/2012, 05/2012, 04/2012, 03/2012, 02/2012, 01/2012, 12/2011, 11/2011, 10/2011, 09/2011, 08/2011, 05/2011, 04/2011, 03/2011, 02/2011, 01/2011, 12/2010, 11/2010, 10/2010, 09/2010, 08/2010, 07/2010, 06/2010, 05/2010, 04/2010, 03/2010, 02/2010, 01/2010, 12/2009, 11/2009, 10/2009, 09/2009, 08/2009, 07/2009, 06/2009, 05/2009, 04/2009, 03/2009, 02/2009, 01/2009, 12/2008, 11/2008, 10/2008, 09/2008, 08/2008, 07/2008, 06/2008, 05/2008, 04/2008, 03/2008, 02/2008, 01/2008, 12/2007, 11/2007, 10/2007, 09/2007, 08/2007, 07/2007, 06/2007, 05/2007, 04/2007, 03/2007, 02/2007, 01/2007, 12/2006, 11/2006, 10/2006, 09/2006, 08/2006, 07/2006, 06/2006, 05/2006, 04/2006, 03/2006, 02/2006, 10/1999, 09/1999, 04/1999, 03/1999, 12/1998, 11/1998, 10/1998, 07/1998, 01/1998, 11/1993, 12/1992,
Aut.246/98 del 1/6/98 del Tribunale Civile di Roma - Marchio registrato

Direttore responsabile: Sara Musa


Giacomino Blog powered by Coded and Designed by