Archivio di 3/1999

Le avventure di Capitan Net: una guida per grandi e piccoli navigatori

Monday, 15/3/1999

Un manuale. Un codice. Un allegro opuscolo dove trovare informazioni e suggerimenti per navigare sicuri in Internet. 
Fortemente voluta dall’Assessorato alle Politiche dell’infanzia dopo la scoperta di pedofili telematici, la guida è il risultato del lavoro di neuropsichiatri infantili, di rappresentanti di enti istituzionali, delle Forze dell’Ordine e dell’Ecpat riuniti nella Commissione Tecnologia e Bambini istituita su impulso di Pamela Pantano, Assessore alle politiche per la città delle bambine e dei bambini.
Il volumetto - redatto in collaborazione con Telecom - si rivolge sia agli adulti sia ai bambini. Contiene informazioni su cosa è Internet e sulle sue potenzialità, e fornisce indicazioni e suggerimenti su come proteggere i minori. A questi, con un linguaggio appropriato, dà una serie di raccomandazioni per non cadere nelle trappole della Rete (non dare mai la password a nessuno; non prendere appuntamenti; segnalare ai genitori chi scrive messaggi molesti o fastidiosi ecc.). 
Le avventure di Capitan Net - distribuito nelle ultime due classi delle scuole elementari romane - rappresenta un primo, concreto contributo a favore sia dei più piccoli fruitori di Internet sia della Rete come strumento di comunicazione che, purtroppo, ha rischiato e rischia, nel nostro Paese, di avere gli onori della cronaca solo in occasione di fatti criminali.
Internet non si ferma. Lo sanno bene i genitori che chinano il capo di fronte alle competenze telematiche dei loro pargoli. E lo sanno bene soprattutto gli insegnanti. “La conoscenza ancora parziale di Internet - ha detto Pamela Pantano - ed i rari ma pur esistenti rischi ad un uso non propriamente corretto ne hanno spinto a creare una guida per i non addetti ai lavori, destinata ai bambini ed agli adulti che, come me, si sbalordiscono di fronte alle capacità die loro figli di navigare in rete. Questa inizativa - ha aggiunto - non pretende di risolvere il problema nella sua totalità, ma di stimolare i genitori, gli insegnanti ed i bambini a parlare anche di questi problemi”.
E sul ruolo della scuola, il Provveditore agli Studi di Roma, Paolo Norcia, non ha dubbi:”La scuola deve dire alle famiglie come usare Internet. L’uso ed il pericolo di questo nuovo mezzo di comunicazione non è un problema delle forze dell’ordine, ma una questione preventiva che parte dalle scuole e dalle famiglie, istituzioni che devono contribuire allo sviluppo dei bambini”.
Alla scuola, quindi, il compito di fare prevenzione. Ed alle Forze dell’Ordine quello di indagare e scoprire le “maglie sporche” della Rete. I siti sospetti possono essere segnalati  al sito Internet dei Carabinieri,  oppure alle associazioni che si occupano dei minori. 

Giacomino n.7 del 15 marzo 1999

 
Archivi - 06/2017, 01/2017, 11/2016, 08/2016, 06/2016, 05/2016, 03/2016, 02/2016, 01/2016, 12/2015, 11/2015, 10/2015, 08/2015, 06/2015, 05/2015, 04/2015, 03/2015, 02/2015, 01/2015, 12/2014, 11/2014, 10/2014, 09/2014, 07/2014, 06/2014, 05/2014, 04/2014, 03/2014, 02/2014, 01/2014, 12/2013, 11/2013, 10/2013, 08/2013, 06/2013, 05/2013, 04/2013, 03/2013, 02/2013, 01/2013, 12/2012, 11/2012, 09/2012, 08/2012, 07/2012, 06/2012, 05/2012, 04/2012, 03/2012, 02/2012, 01/2012, 12/2011, 11/2011, 10/2011, 09/2011, 08/2011, 05/2011, 04/2011, 03/2011, 02/2011, 01/2011, 12/2010, 11/2010, 10/2010, 09/2010, 08/2010, 07/2010, 06/2010, 05/2010, 04/2010, 03/2010, 02/2010, 01/2010, 12/2009, 11/2009, 10/2009, 09/2009, 08/2009, 07/2009, 06/2009, 05/2009, 04/2009, 03/2009, 02/2009, 01/2009, 12/2008, 11/2008, 10/2008, 09/2008, 08/2008, 07/2008, 06/2008, 05/2008, 04/2008, 03/2008, 02/2008, 01/2008, 12/2007, 11/2007, 10/2007, 09/2007, 08/2007, 07/2007, 06/2007, 05/2007, 04/2007, 03/2007, 02/2007, 01/2007, 12/2006, 11/2006, 10/2006, 09/2006, 08/2006, 07/2006, 06/2006, 05/2006, 04/2006, 03/2006, 02/2006, 10/1999, 09/1999, 04/1999, 03/1999, 12/1998, 11/1998, 10/1998, 07/1998, 01/1998, 11/1993, 12/1992,
Aut.246/98 del 1/6/98 del Tribunale Civile di Roma - Marchio registrato

Direttore responsabile: Sara Musa


Giacomino Blog powered by Coded and Designed by